Un complicato atto d’amore || Miriam Toews

Titolo: Un complicato atto d’amore
Autore
: Miriam Toews
Edizione: 2004
Casa Editrice: marcos y marcos
Traduzione: Monica Pareschi

Quando avevo 16 anni avevo la sensazione che il posto in cui vivevo mi andasse troppo stretto, odiavo i miei genitori e qualsiasi regola imposta. Dieci anni dopo leggo Un complicato atto d’amore di Miriam Toews e vedo tutta la mia adolescenza con occhi diversi. Un libro che è stata una piccola rivelazione, in grado di dimostrarmi ancora una volta il potere della lettura: farci cambiare punto di vista, di tanto o di poco, ma sempre stimolando una riflessione e facendoci rivivere vicende personali che ci avvicinano ai fatti narrati.

Tutti siamo stati adolescenti, alcuni più arrabbiati, altri meno. Nomi ha 16 anni e vive in un villaggio mennonita al confine tra il Canada e gli Stati Uniti, incastrata in un delicato equilibrio familiare da cui sembra non poter scappare.

L’età è quella incasinata dei primi amori e delle prime goffe esperienze col sesso, delle trasgressioni, delle canne e delle ubriacature con gli amici. Ma anche della musica, che in questo libro sembra tracciare una colonna sonora di parole, percorrendo tutto il romanzo con la descrizione di dischi rock ascoltati a tutto volume o strimpellati con una chitarra nella cameretta di qualche adolescente.

Nomi attraversa la fase di passaggio tra l’infanzia e l’adolescenza con l’influenza di sua sorella Tash, ribelle ai limiti del tollerabile per un villaggio mennonita, e una madre che sembra divisa tra l’obbedienza alle regole, l’amore per un marito pio e religioso e due figlie così difficili da gestire.

Ma un bel giorno Tash se ne va a bordo di un furgone rosso e dopo due mesi anche la madre scompare nel nulla, lasciando Nomi da sola col padre. Sarà proprio lei a insegnarci il valore del sacrificio e dei rapporti umani, in questo equilibrio delicato e amorevole che istituisce col padre. Lei, che sogna di scappare e vivere la sua vita da ragazza libera, ballando, fumando, rasandosi i capelli e infrangendo le regole imposte dalla religione, deciderà di rimanere per non abbandonare il padre, un uomo dolcissimo e malinconico che si prende cura di lei in un modo suo tutto suo. E alla fine il complicato atto d’amore sarà proprio quello del padre, che prenderà un’ardua decisione per donarle la libertà.

In conclusione, si tratta di un romanzo tutt’altro che pesante, condito da uno spietato umor denso di cinismo e schiettezza, che strappa più di una sonora risata. Un complicato atto d’amore parla di famiglia, di scelte, di libertà, di amore. Un libro che mi ha riportata agli anni della mia adolescenza e mi ha fatto sentire meno sola, meno incompresa per tutte le battaglie fatte durante quegli anni. E che alla fine mi ha fatta sentire anche incredibilmente fortunata per aver avuto una vita decisamente più facile della dolce e ribelle Nomi. 

>>>UN COMPLICATO ATTO D’AMORE su Amazon<<<

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...